Gent.mo Dott. Pingitore,
ho svolto il tirocinio presso un centro di orientamento regionale, visto che nessun psicologo faceva firmare il consenso informato all’utente mi sono chiesta se per i colloqui di orientamento è obbligatorio fare firmare il consenso informato visto che sui manuali vi sono informazioni contraddittorie.

Dipende dalla tipologia di prestazione. Un colloquio di orientamento ha una finalità sanitaria?
In generale, ritengo di no. Per cui se la prestazione psicologica non ha una finalità sanitaria non è necessario acquisire il consenso informato, ma solo attenersi ai precetti del nuovo Articolo 4 comma 1 (quando entrerà in vigore il nuovo Codice) ovvero dall’attuale Articolo 24 comma 1.

Iscriviti alla Newsletter: ricevi aggiornamenti via e-mail e/o via WhatsApp

Condividi questo post

Leave A Comment

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Total Views: 293Daily Views: 2