Gent.mo Dott. Pingitore,
dopo la legge 219\2017 che vede lo psicologo un professionista sanitario, come distinguere quando la prestazione può considerarsi sanitaria?

La legge 219/17 norma il consenso informato (siamo professione sanitaria definitivamente con l’introduzione della L. 3/18). Lo psicologo eroga prestazioni psicologiche con finalità sanitaria, quando non lo fa è l’eccezione che conferma la regola. Qualche esempio di prestazione non sanitaria: perizia, CTU, CTP, formazione, selezione del personale.

Iscriviti alla Newsletter: ricevi aggiornamenti via e-mail e/o via WhatsApp

Condividi questo post

Leave A Comment

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Total Views: 164Daily Views: 1