#1 – Che tipo di attività erogo all’interno della scuola?

Se l’attività ha una finalità sanitaria serve acquisire il consenso informato ex artt. 24 (adulti) e 31 (minori o incapaci). Se, invece, l’attività ha esclusivamente finalità formativa (non sanitaria) allora interviene il primo comma dell’Art. 4 del Codice Deontologico.

#2 – La privacy?

È necessario regolamentare la questione privacy con il Dirigente Scolastico e con il DPO. Come vengono trattati i dati raccolti dallo Psicologo? Con quali strumenti vengono conservati? ecc.

#3 – Contratto?

È stato stipulato un contratto tra Psicologo e scuola? Non si entra a scuola senza contratto ovvero lettera di incarico

#4 – Come acquisisco consenso informato sanitario (Artt. 24 e 31 CD)?

L’acquisizione spetta allo Psicologo e a nessun altro. È scorretto prevedere l’acquisizione tramite personale amministrativo.

#5 – Come mi regolo con le comunicazioni interne ed esterne?

I contenuti emersi dai colloqui psicologici ovvero dalle attività con gli studenti sono riservati (studente/Psicologo)? Lo stato di salute dello studente a chi viene comunicato, alla scuola e/o ai genitori? E in che modo? Se un genitore volesse interloquire con lo Psicologo? Se un genitore volesse una relazione sulle attività psicologiche svolte, lo Psicologo che farebbe? E se la relazione la volesse il Dirigente Scolastico?
Tutti questi aspetti andrebbero precisati nel contratto (scuola/Psicologo) e nel consenso informato sanitario (genitori/Psicologo).

#6 – Quando denunciare?

Lo Psicologo scolastico ricopre la qualifica di Pubblico Ufficiale per cui ha sempre l’obbligo di denuncia nei casi di ipotesi di reato a procedibilità d’ufficio. La denuncia va trasmessa alla Polizia Giudiziaria o alla Procura della Repubblica.

#7 – Osservazione in classe?

L’osservazione in classe svolta da uno Psicologo necessita di un consenso informato sanitario (Art. 31 CD) non solo dei genitori dello studente osservato, ma anche da parte degli altri genitori degli studenti.

#8 – Educazione all’affettività e sessualità?

Non mi piace quando uno Psicologo eroga prestazioni con finalità educativa. Lo Psicologo non educa, l’Educatore educa. Ad ogni modo, è un’attività che se svolta dallo Psicologo necessita di un consenso informato sanitario (Art. 31 CD).

#9 – Insegno in una scuola e sono Psicologo, posso farlo?

O fai l’uno o fai l’altro. Il riferimento è l’articolo 26 del Codice Deontologico. Non puoi fare lo Psicologo nella scuola in cui insegni.

#10 – Attività psicologiche che coinvolgono anche gli insegnanti?

Serve acquisire il consenso informato sanitario (Art. 24) degli insegnanti coinvolti nelle attività.

Iscriviti alla Newsletter: ricevi aggiornamenti via e-mail e/o via WhatsApp

Condividi questo post

By Published On: 20 Febbraio 2024Categories: Linee guida0 Comments on 10 domande che deve farsi lo Psicologo ScolasticoTags: Last Updated: 20 Febbraio 2024

Leave A Comment

Post correlati

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Iscriviti alla Newsletter

No spam, il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a soggetti terzi.

Total Views: 323Daily Views: 2